viernes, 17 de febrero de 2012

Il filo dei sogni






Venezia è tessuta col filo dei sogni.
Ed io sempre devo inventare una scusa puerile per trovarla una volta di più.

Questa volta prometto di non piangere.
Prometto di non soffrire. No lo farò.
Ascolterò tutte le canzoni che ascoltavo e non mi faranno male.
Arriverò a la città come se fosse la prima volta.
Come se non fossi mai stata.

Perchè per ogni cosa c'è una volta, e questa è la volta di sfrutare.
Sará un bello erase and rewind.

Benvenuta. Sei già qui.



1 comentario:

Anónimo dijo...

Joer, cuánto tiempo sin pasarme por aquí. ¿Sigues añorando Venecia?. No me extraña... por mucho que se queden helados los canales en invierno.

Estaré pendiente de tu futura-próxima exposición.